02Gen

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI FINO A 10.000 € DI CONTRIBUTO‎: COS’È E COME FARE DOMANDA

COS’È

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico. Ogni impresa può beneficiare di un solo voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

COSA FINANZIA

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher. Inoltre il progetto di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico oggetto della domanda di Voucher deve essere ultimato entro sei mesi dalla pubblicazione sul sito istituzionale del MISE del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher. Sempre entro sei mesi devono essere state ultimate anche le prestazioni di consulenza e formazione del progetto stesso.

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: LA DOTAZIONE FINANZIARIA E LE COPERTURE

La dotazione complessiva di quest’agevolazione è pari a 100 milioni di euro, ma il plafond è suddiviso su base regionale: qui i dettagli. E’ importante sottolineare che il contributo copre fino al 50% delle spese che sono ritenute ammissibili, quindi è opportuno sapere che l’investimento complessivo dovrà prevedere una parte che sarà comunque a carico dell’impresa.

COME PARTECIPARE AL BANDO

Partecipare al bando  è molto semplice: il 15 gennaio 2018 si apre la piattaforma informatica del Ministero dello Sviluppo Economico; da quel momento è possibile iniziare a caricare online la domanda.

Lo sportello vero e proprio si apre alle ore 10 del 30 gennaio 2018 e chiude il 9 febbraio alle ore 18.

Per accedere alla piattaforma del Ministero è necessario:

  1. Essere in possesso della Carta Nazionale dei Servizi
  2. Aver accesso ad una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva
  3. Essere registrati nel Registro delle Imprese.

Ciascuna  impresa proponente può presentare una sola domanda di accesso alle agevolazioni nella quale è tenuta ad indicare la collocazione dell’unità produttiva nell’ambito della quale viene realizzato il progetto di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico. Tale indicazione è necessaria per la suddivisione su base regionale delle richieste pervenute.

Una volta presentata la domanda che succede?

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello,  il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, che conterrà l’elenco di tutte le imprese ammesse e dell’importo dell’agevolazione prenotata, suddivise per regione. In quest’agevolazione non è necessario essere i primi per partecipare, infatti, se le richieste fossero davvero numerose, come ci si attende, il Ministero procederà al riparto delle risorse in ragione del fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria.

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE AI PROFESSIONISTI SOLO SE ISCRITTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE

Per quanto riguarda gli studi professionali ed i liberi professionisti, questi possono presentare domanda per usufruire del bonus digitalizzazione se svolgono la propria attività in forma di impresa e, alla data di presentazione della domanda, siano iscritti al Registro delle imprese.

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO “VOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI FINO A 10.000 € DI CONTRIBUTO‎: COS’È E COME FARE DOMANDA” CONDIVIDILO:

ABOUT THE AUTHOR

teamavavo

Leave A Comment